Ti trovi in:

Bibliografia » C'è posto per tutti

"C'è posto per tutti" di Maria Floretta

di Lunedì, 07 Luglio 2014 - Ultima modifica: Martedì, 13 Gennaio 2015
Immagine di copertina

Gli anni cinquanta raccontati nel giornalino scolastico di Cloz. A cura del Comune di Cloz. Litotipo Anaune Fondo, 1998.
(Questo libro si trova anche presso il Comune di Cloz)

Alcuni testi tratti dal libro

Mio zio è partito per l'America - 31 gennaio 1957 Adriano Clauser Ieri con tanta nostalgia è partito mio zio per il Canada. Ha lasciato la sua famiglia per cercare in terra straniera un lavoro che gli renda la vita pi facile e poi se sarà il caso la richiamerà. Va a raggiungere un altro suo fratello che è mio caro zio e che gli avrà certamente trovato un lavoro. Aveva molta nostalgia perch doveva lasciare i suoi piccoli bambini e la sua cara moglie. L 'arrivo del mio fratello - 30 ottobre 1957 Tullia Floretta Da qualche mese uno dei miei fratelli ci aveva scritto dall'America che quest'autunno voleva venire a trovarci per rimanere alcuni mesi tra noi. Io non mi diedi più pace e pensavo sempre quando sarà quel giorno. Finalmente siamo venuti a sapere che il giorno 12 ottobre partiva da St. Louis con l'aeroplano Scandinavian Airline alle ore 8 del mattino e sarebbe arrivato a Milano alle 12 e 45 di domenica 13. L'aereo è arrivato con 7 ore di ritardo causa un guasto al motore per cui ha dovuto fermarsi a Copenaghen per la riparazione. Finalmente luned sera mentre stavo attendendolo alla corriera lui è arrivato a casa con una macchina. L 'ho trovato nella cucina. Lui non mi ha riconosciuta e io non avrei riconosciuto lui. M'ha trovata cambiata da cima a fondo. Noi non lo conoscevamo perché da quando è partito ha fatto un grande cambiamento: s'è fatto pi grande e pi grasso. Io sono molto contenta della sua compagnia. Peccato che potrà rimanere solo per tre mesi. è partito per l'America un mio compagno di scuola - 28 febbraio 1958 Vittorio Angeli Oggi è partito per l'America un mio compagno di scuola, Umberto. è andato a raggiungere il suo papà che si trova lontano dalla sua famiglia da alcuni anni. Sono andato a salutarlo e mi ha lasciato pieno di nostalgia. è partito con la sua famiglia. Nel nuovo continente troverà tutto nuovo, altra lingua, altri compagni e insegnanti, ma sono sicuro che si ricorderà sempre del suo bel paese, della sua scuola, dei suoi insegnanti che lo istruirono e fecero per lui come dei genitori e infine di tutti i suoi parenti e compagni. Noi tutti gli auguriamo buon viaggio ed una ottima sistemazione.

Immagine decorativa
Immagine decorativa
Immagine decorativa
Questionario di valutazione
E' stata utile la consultazione della pagina?
E' stato facile trovare la pagina?

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam